Home » Ambiente

Ambiente

Zero consumo di suolo, recupero aree verdi, zone libere dalle auto, autoproduzione energetica, riapertura rete navigli

Milano ha intrapreso un deciso percorso verso la sostenibilità, che ha determinato sostanziali avanzamenti rispetto alla qualità della vita per i propri cittadini, ma è collocata in un contesto geografico e climatico che richiede uno sforzo ancora più deciso per portare miglioramenti urgenti e indifferibili soprattutto sul fronte della qualità dell’aria, del clima urbano e del verde.

Il percorso partecipativo che ha accompagnato l’elaborazione del Piano Aria Clima, il cui iter è stato bloccato da una opposizione retrograda e fuori dal tempo, è da salvaguardare, riprendendo con ancora maggior vigore gli obiettivi di una città carbon neutral, più fresca,  con aria e ambiente di qualità, dotata di un bilancio ambientale monitorato e misurabile.

Per ottenere questi risultati proponiamo:

  • Interventi normativi e politiche per un consumo di suolo zero: riacquisto aree libere, incentivo alla rottamazione e sostituzione edilizia e alla costruzione sul terreno già consumato, incentivi a sostegno di investimenti funzionali al recupero di aree industriali dismesse, vincoli e tutele sul verde pubblico e privato e sulle aree agricole.
  • Un piano di depavimentazione delle aree pubbliche a partire dalle zone a parcheggio per favorire il drenaggio urbano, l’invarianza idraulica e la captazione di CO2 del terreno e una mappatura delle aree inutilizzate e degradate per l’avvio di interventi di rigenerazione e cura tramite l’utilizzo dei patti di collaborazione per l’affido delle aree a gruppi locali per la loro valorizzazione, in accordo con le proprietà.
  • L’approvazione e l’applicazione di un piano di progettazione urbana che preveda la progressiva trasformazione di strade e piazze in spazi ombreggiati e permeabili, e di sostituzione delle coperture costruite con superfici verdi per la mitigazione delle temperature locali e il miglioramento della qualità urbana, nonché la forestazione di aree incolte e la riqualificazione floristica di aree forestali già esistenti nelle zone periurbane.
  • Incentivi all’autoproduzione di energia e alla creazione di comunità energetiche a partire dagli stabili di edilizia residenziale pubblica e creazione di un piano di autoproduzione del Comune di Milano per l’utilizzo del patrimonio pubblico per la generazione locale del proprio del fabbisogno energetico
  • Potenziamento dello Sportello energia e degli accordi con gli amministratori di condominio e le società finanziarie per offrire accompagnamento e assistenza nella semplificazione delle pratiche per l’efficientamento energetico degli edifici
  • Creazione di Zone libere dalle auto in ogni quartiere e pedonalizzazioni a partire dalle aree limitrofe alle scuole per tutelare i bambini e le bambine dall’esposizione alle emissioni primarie di inquinanti e rilancio della raccolta di proposte per la realizzazione di Piazze Aperte sulla base dei progetti avanzati da associazioni e comitati per la creazione di aree sicure, vivibili e attrezzate per la fruizione di vicinato della città.
  • Ampliamento delle aree dedicate al gioco e all’apprendimento dei più piccoli da destinare al miglioramento e a una maggiore familiarità con la natura e predisposizione di luoghi di gioco, incontro e svago anche al coperto per i mesi freddi.
  • Limitazione della velocità in tutta la città per favorire la coesistenza su strada delle diverse forme di mobilità e creazione di percorsi ciclabili integrati, segnalati e organizzati come linee di trasporto pubblico con i rispettivi numeri, stazioni, servizi accessori.
  • Partecipazione ai bandi PNRR e ai progetti europei, eventualmente in collaborazione con partner istituzionali anche internazionali, per il finanziamento del progetto integrato di riapertura e valorizzazione della rete dei navigli lombardi e milanesi investendo nella riqualificazione ambientale e turistica, nella mobilità dolce, nella generazione di energia rinnovabile, nonché nella migliore gestione della risorsa idrica, sia superficiale che sotterranea.